Primavera: la stagione delle allergie

allergie

La molla può essere la stagione più bella dell’anno, ma anche il più complicato a causa di allergie. Molte persone soffrono con sintomi di disagio che ostacolano la vostra vita di tutti i giorni. Avere un buon controllo della casella di ridurre il suo impatto sulla qualità di vita e previene complicazioni.Eleonora Angelo, medico specialista in immunologia e allergia, che lavora in un Studente di Salute del Welfare Segreteria, che ci racconta alcune delle risposte per saperne di più sulle malattie allergiche

.
Che cosa è l’allergia?
È una ipersensibilità esagerata che presenta una persona dall’esposizione ad un allergene.

Che cosa è un allergene?

allergene
Gli allergeni sono elementi della natura con cui siamo in contatto regolarmente. Può essere: il polline, gli acari della polvere, muffe, epiteli di animali, veleno di ape o vespa, cibo, ecc.

La manifestazione allergica dipende dal luogo o il clima in cui una persona vive?
Una persona non è allergico per il luogo in cui si vive, è necessario avere una predisposizione genetica o di avere ereditato da uno dei genitori. L’interazione con l’ambiente e per questi soggetti sensibili sono le malattie allergiche.

Quali sono le manifestazioni cliniche delle allergie?
I più frequenti sono il tratto respiratorio: rinite e asma bronchiale. I sintomi della rinite allergica sono starnuti, con la saliva, prurito nasale, faringeo, otic e oculare, lacrimazione di scarico e ostruzione nasale. Questo tipo di rinite si chiama rinite allergica stagionale ed è molto fastidioso, e, con un elevato impatto sulla qualità di vita del malato. Durante la primavera aumenta l’impollinazione e aumentare i sintomi più comuni. A Mendoza pollini che più spesso produrre manifestazioni allergiche sono di piante come il Gelso, l’Oliva, il Platano e il Pioppo. L’Asma Bronchiale si manifesta con difficoltà di respirazione (dispnea), tosse e respiro affannoso (fischio al petto durante la respirazione).

Possiamo identificare le cause di allergie?
Se. Con un semplice test cutaneo chiamato il Prick test è eseguito sull’avambraccio pelle. Sono collocati i diversi allergeni. Se siete allergici a, in meno di 20 minuti, avviene a livello locale, un arrossamento e/o un ponfo di prurito.

C’è un trattamento per le allergie di stagione?
I farmaci comunemente utilizzati sono gli antistaminici, che sono risolto in gran parte i sintomi quali starnuti, prurito e naso che cola. Anche corticosteroidi per via inalatoria, sia per la rinite, asma, sono i farmaci di prima scelta e utilizzata in dosi raccomandate sono sicuri ed efficaci. Ma forse lo strumento più importante che abbiamo specialisti in allergie è il trattamento con vaccini di allergeni o trattamento desensibilizzante, che è l’unico che può cambiare il corso della malattia allergica.

Come è il trattamento dei vaccini?

vaccini
Si compone di amministrazione e graduale aumento dell’allergene a cui siamo allergici (in caso di rinite stagionale pollini), in modo che il sistema immunitario impara a tollerare. Questi trattamenti sono disponibili in una sottocutaneo forma (iniezione) e deve essere prescritto solo da specialisti in allergologia ed immunologia. È molto importante per evitare di essere in contatto con l’allergene che produce sintomi, sia di polline, acari, epiteli di animali, alimenti, farmaci, ecc Così come prendersi cura di uscire o di fare attività ricreative o sportive in orari di punta (mezzogiorno), nei giorni di sole, secco e ventilato, condizioni che favoriscono la produzione e il trasporto del polline.

C’è un modo per prevenire le allergie?
È molto difficile, per prevenire l’insorgenza di una malattia allergica, ma una volta che appaiono i primi sintomi è importante una diagnosi precoce e un trattamento adeguato, per evitare rischi in futuro e prevenire la comparsa di nuove manifestazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *