Idratazione in estate: che cosa è necessario sapere

idratazione
Durante i mesi più caldi il fabbisogno di acqua per l’organismo è maggiore per funzionare correttamente in processi come la digestione e l’eliminazione dei rifiuti del corpo.

Con l’arrivo dell’estate il ritmo della vita è varia, e aumento di attività all’aperto. Questi cambiamenti, legati a un aumento della temperatura ambiente e, in alcuni casi, un aumento di umidità fare la spesa di acqua per il corpo è maggiore. L’acqua, la maggior parte componente del corpo, è essenziale per una moltitudine di funzioni. Ma, a volte, non viene data sufficiente importanza, che può portare a problemi, soprattutto durante i mesi più caldi, perché il fabbisogno di acqua è maggiore per funzionare correttamente. L’articolo spiega come rilevare il deficit di idratazione, e cosa fare per mantenere idratato bene.

La digestione, il metabolismo, la temperatura corporea, il trasporto di sostanze nutritive alle cellule, eliminazione dei rifiuti… Questi e altri processi fisiologici devono funzionare in modo corretto, acqua, la maggior parte componente del corpo umano. Durante l’estate, si suda di più per rimuovere il calore in eccesso, ed è essenziale per recuperare questa perdita di acqua in modo che l’agenzia possa continuare a svolgere tutte le funzioni che rende attraverso l’acqua. Ecco perché, nel periodo estivo, si insiste ancora di più su quanto sia vitale per rimanere ben idratata. Ma spesso non è, data l’importanza che ha. Secondo i dati dell’Osservatorio dell’Idratazione e della Salute (OHS), sette su dieci spagnoli non mangiare la quantità minima raccomandata di fluidi, che si trova a circa due litri al giorno. In molti casi, bevi quando hai sete, quando si hanno già iniziato il processo di disidratazione.

Deficit di idratazione: segni e sintomi di allarme

deficit
Il corpo perde acqua attraverso l’urina, il sudore e la respirazione
L’acqua è il componente principale del corpo: circa il 60% del corpo adulto e il 75% di quello di un bambino, dati sufficienti per capire che è essenziale per la vita umana. Il corpo perde acqua attraverso l’urina, il sudore e la respirazione, e questo aumenta la perdita quando si esercizio fisico, o se si sono ammalati. A restituire l’importo di liquido, è sufficiente bere acqua a sufficienza e mangiare cibo. Ma se non si recupera, iniziare il processo di disidratazione, in base alla quantità di acqua che si perde, può essere lieve (perdita di 1% al 2%); moderato (2% al 5%); o grave (superiore al 5%).

In caso di grave disidratazione, compaiono anche sintomi come irritazione o confusione, capogiri o sensazione di testa vuota, respirazione veloce, battito cardiaco rapido; svogliatezza, e perdita di coscienza o il delirio, tra gli altri. I bambini piccoli e i neonati hanno pianto senza lacrime, la pelle, la bocca e la lingua sono secche e screpolate; gli occhi infossati; grigiastro della pelle; e anche meno quantità di urina. Va notato, inoltre, che i neonati, i bambini e gli anziani sono più suscettibili di diventare disidratati. Piccolo, perché il loro meccanismo di rilevamento della sete non è sviluppato e anziani, perché subiscono un deterioramento di questa capacità.

Come rimanere ben idratata

bien idratata
Per evitare queste situazioni, una delle raccomandazioni chiave è quello di bere molti liquidi. Gli esperti consigliano, per raggiungere l’equilibrio tra la quantità di liquido che entra ed esce dal corpo, bere due o tre litri di liquidi durante il giorno, con più frequenza, mattina e pomeriggio. Un 20%-25% di questo fluido provengono da alimenti come frutta e verdura e un 75%-80% delle bevande, in particolare l’acqua, ma anche succhi di frutta o tisane. Dovrebbe essere evitato, tuttavia, alcolici e bevande contenenti caffeina. Un modo di ottenere il fabbisogno di acqua è quello di bere spesso, senza aspettare di sentire lo stimolo della sete, perché questo sentimento viene visualizzato quando il corpo ha già perso 1% di liquido. Bevande con sali minerali può facilitare meglio la reidratazione.

Oltre a bere acqua, aumentando il consumo di frutta, verdura e insalate e non aspettare fino a quando sete per bere, è consigliabile, secondo il ‘Decalogo del Idratazione, Sana della Società spagnola di Nutrizione Comunitaria’ (SENC):
• Tenere le bevande a temperatura moderata, perché se sono troppo caldo o il freddo è soliti bere meno.
• Aumentare l’assunzione di liquidi in ambienti caldi e situazioni di stress, e, prima, durante e dopo l’esercizio.
• Particolare attenzione con i bambini e gli anziani, in quanto hanno un maggiore rischio di disidratazione.
• Dieci porzioni di liquidi al giorno è un punto di riferimento per una corretta idratazione (una porzione equivale a circa 200-250 ml).

Oltre a rimanere ben idratata, è bene cercare siti con ombra, fuori dei raggi diretti del sole, in modo da non svolgere attività fisica nelle ore centrali della giornata (il più caldo) e a indossare abiti freschi e leggeri, abbigliamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *