Il massaggio, il miglior rimedio per lo stress

massaggio

Gradualmente, gli esseri umani acquisiscono coscienza di che il ben-essere via con la malattia; i massaggi sono un modo per ottenere questo perché esse rispondono a caratteristiche rilassanti e terapeutici. C’è uno per ogni momento.Il lavoro di viaggio inaspettato, il report che prendono tutto il tempo del mondo, gli incontri per i bambini della scuola durante l’orario di lavoro, il commercio, e lo marmellate che rendono difficile arrivare agli appuntamenti… se è vero che non è possibile evitare la realtà, sì, è possibile compensare lo stress generato da situazioni di vita quotidiana, con spazi per il relax, come quelli che permettono che le sessioni di massaggi e vasca idromassaggio.

La pelle è l’organo più grande esseri umani e che è il motivo per cui il touch permette di rafforzare i rapporti tra genitori e figli e tra le coppie. Tuttavia, è uno dei sensi più dimenticato. A volte passare delle settimane, senza alcun intenzionale contatto con un’altra persona, sono sempre più scarse, il saluto con un abbraccio, dare loro una pacca affettuosa sulla schiena come amici o un abbraccio affettuoso ai genitori o i figli.Gli effetti terapeutici di fisica ed emotiva carezze sono più che provata, tanto che, dopo secoli di restrizione e la censura di tutto ciò che potrebbe portare il piacere e il divertimento, propria del Medioevo, un medico francese, Ambroisé Peré, nel XVI secolo, contestato il credito del massaggio come un metodo di guarigione di alcune malattie. Fu l’inizio di una lunga storia, di scoperte e lo sviluppo di tecniche diverse, in cui la storia orientale portare un lungo cammino, perché non hanno mai fatto che la rottura tra il corpo e la mente, come è accaduto in Occidente.

La professionalità è la chiave

professionalità

Nello stesso modo In cui un massaggio perché è riposante, senza la tecnica corretta per il paziente, può causare lesioni. Quindi, solo i fisioterapisti e le persone con una formazione formale e pratica, formati a tale scopo, per essere i primi a farlo, perché hanno conoscenze di anatomia generale e, più specificamente, il funzionamento muscolo-scheletrico. Il massaggio è un’arte basata sull’applicazione di diverse tecniche manuali, con la quale le strutture della pelle e tessuti sottostanti sono impastati, friccionados sotto pressione e con un ritmo e intensità specifiche secondo l’effetto desiderato. Lavorando in particolare su muscoli e tendini, e agisce nell’equilibrio della circolazione del sangue e della linfa, che forma parte integrante del plasma sanguigno e il sistema nervoso.Mentre i muscoli sono attivi gli organi del corpo che permettono il movimento, le ossa sono considerati organi passività la cui funzione leva permette l’azione dei muscoli. I muscoli, infatti, rappresentano il 50% del peso corporeo e hanno due funzioni principali: regolazione termica e il metabolismo generale.Ci sono diverse modalità di massaggio terapeutico, tra cui l’agopuntura, digitopressione, massaggio linfodrenante, sedia, shiatsu, riflessologia plantare e sport. Grazie alla sua vasta applicazione, le tecniche del corpo, provocando una sensazione di benessere, relax e sedazione, che contribuisce a diminuire il dolore, l’equilibrio dell’umore alterato, tra gli altri vantaggi.

Alcune delle controindicazioni per alcuni tipi di massaggio sono le vene varicose, eruzioni cutanee, febbre, gonfiore delle articolazioni, i tumori, il cancro, stati uniti d’infettive o problemi cardiovascolari, quali trombosi e flebiti.I testi cinesi che parlavano il massaggio terapeutico è stato tradotto in francese, che spiega il motivo di così tanto la terminologia che oggi viene utilizzato per fare riferimento alle tecniche di massaggio usato in Occidente sono parole francesi. Così il Sfioramento si riferisce al liscio e continui movimenti; ha un effetto lenitivo e calmante ed è applicata lentamente e il petrissage è noto come impastare, è un movimento rilassante.Una seduta può durare da quindici minuti a un’ora. La sessione del quarto d’ora è limitata alla schiena e alle spalle, e vi offre con il paziente seduto in una sedia speciale per questo scopo, le sessioni di 45 minuti e un’ora, che copre il corpo dalla testa ai piedi.Adriana Ortiz, un fisioterapista con esperienza, dice che il rispetto e l’empatia tra il paziente e il professionista sono essenziali per ottenere il risultato previsto.

Se non hai mai ricevuto un massaggio, Questo è il momento di dare uno!

Controindicazioni

L’infiammazione, malattie infettive, cancro, tumori, cisti, ematomi, ulcera gastrica o duodenale molto avanzata, vene varicose avanzate, fratture, emorragie interne, febbre, appendicite o malattia virale.

Primavera: la stagione delle allergie

allergie

La molla può essere la stagione più bella dell’anno, ma anche il più complicato a causa di allergie. Molte persone soffrono con sintomi di disagio che ostacolano la vostra vita di tutti i giorni. Avere un buon controllo della casella di ridurre il suo impatto sulla qualità di vita e previene complicazioni.Eleonora Angelo, medico specialista in immunologia e allergia, che lavora in un Studente di Salute del Welfare Segreteria, che ci racconta alcune delle risposte per saperne di più sulle malattie allergiche

.
Che cosa è l’allergia?
È una ipersensibilità esagerata che presenta una persona dall’esposizione ad un allergene.

Che cosa è un allergene?

allergene
Gli allergeni sono elementi della natura con cui siamo in contatto regolarmente. Può essere: il polline, gli acari della polvere, muffe, epiteli di animali, veleno di ape o vespa, cibo, ecc.

La manifestazione allergica dipende dal luogo o il clima in cui una persona vive?
Una persona non è allergico per il luogo in cui si vive, è necessario avere una predisposizione genetica o di avere ereditato da uno dei genitori. L’interazione con l’ambiente e per questi soggetti sensibili sono le malattie allergiche.

Quali sono le manifestazioni cliniche delle allergie?
I più frequenti sono il tratto respiratorio: rinite e asma bronchiale. I sintomi della rinite allergica sono starnuti, con la saliva, prurito nasale, faringeo, otic e oculare, lacrimazione di scarico e ostruzione nasale. Questo tipo di rinite si chiama rinite allergica stagionale ed è molto fastidioso, e, con un elevato impatto sulla qualità di vita del malato. Durante la primavera aumenta l’impollinazione e aumentare i sintomi più comuni. A Mendoza pollini che più spesso produrre manifestazioni allergiche sono di piante come il Gelso, l’Oliva, il Platano e il Pioppo. L’Asma Bronchiale si manifesta con difficoltà di respirazione (dispnea), tosse e respiro affannoso (fischio al petto durante la respirazione).

Possiamo identificare le cause di allergie?
Se. Con un semplice test cutaneo chiamato il Prick test è eseguito sull’avambraccio pelle. Sono collocati i diversi allergeni. Se siete allergici a, in meno di 20 minuti, avviene a livello locale, un arrossamento e/o un ponfo di prurito.

C’è un trattamento per le allergie di stagione?
I farmaci comunemente utilizzati sono gli antistaminici, che sono risolto in gran parte i sintomi quali starnuti, prurito e naso che cola. Anche corticosteroidi per via inalatoria, sia per la rinite, asma, sono i farmaci di prima scelta e utilizzata in dosi raccomandate sono sicuri ed efficaci. Ma forse lo strumento più importante che abbiamo specialisti in allergie è il trattamento con vaccini di allergeni o trattamento desensibilizzante, che è l’unico che può cambiare il corso della malattia allergica.

Come è il trattamento dei vaccini?

vaccini
Si compone di amministrazione e graduale aumento dell’allergene a cui siamo allergici (in caso di rinite stagionale pollini), in modo che il sistema immunitario impara a tollerare. Questi trattamenti sono disponibili in una sottocutaneo forma (iniezione) e deve essere prescritto solo da specialisti in allergologia ed immunologia. È molto importante per evitare di essere in contatto con l’allergene che produce sintomi, sia di polline, acari, epiteli di animali, alimenti, farmaci, ecc Così come prendersi cura di uscire o di fare attività ricreative o sportive in orari di punta (mezzogiorno), nei giorni di sole, secco e ventilato, condizioni che favoriscono la produzione e il trasporto del polline.

C’è un modo per prevenire le allergie?
È molto difficile, per prevenire l’insorgenza di una malattia allergica, ma una volta che appaiono i primi sintomi è importante una diagnosi precoce e un trattamento adeguato, per evitare rischi in futuro e prevenire la comparsa di nuove manifestazioni.

Idratazione in estate: che cosa è necessario sapere

idratazione
Durante i mesi più caldi il fabbisogno di acqua per l’organismo è maggiore per funzionare correttamente in processi come la digestione e l’eliminazione dei rifiuti del corpo.

Con l’arrivo dell’estate il ritmo della vita è varia, e aumento di attività all’aperto. Questi cambiamenti, legati a un aumento della temperatura ambiente e, in alcuni casi, un aumento di umidità fare la spesa di acqua per il corpo è maggiore. L’acqua, la maggior parte componente del corpo, è essenziale per una moltitudine di funzioni. Ma, a volte, non viene data sufficiente importanza, che può portare a problemi, soprattutto durante i mesi più caldi, perché il fabbisogno di acqua è maggiore per funzionare correttamente. L’articolo spiega come rilevare il deficit di idratazione, e cosa fare per mantenere idratato bene.

La digestione, il metabolismo, la temperatura corporea, il trasporto di sostanze nutritive alle cellule, eliminazione dei rifiuti… Questi e altri processi fisiologici devono funzionare in modo corretto, acqua, la maggior parte componente del corpo umano. Durante l’estate, si suda di più per rimuovere il calore in eccesso, ed è essenziale per recuperare questa perdita di acqua in modo che l’agenzia possa continuare a svolgere tutte le funzioni che rende attraverso l’acqua. Ecco perché, nel periodo estivo, si insiste ancora di più su quanto sia vitale per rimanere ben idratata. Ma spesso non è, data l’importanza che ha. Secondo i dati dell’Osservatorio dell’Idratazione e della Salute (OHS), sette su dieci spagnoli non mangiare la quantità minima raccomandata di fluidi, che si trova a circa due litri al giorno. In molti casi, bevi quando hai sete, quando si hanno già iniziato il processo di disidratazione.

Deficit di idratazione: segni e sintomi di allarme

deficit
Il corpo perde acqua attraverso l’urina, il sudore e la respirazione
L’acqua è il componente principale del corpo: circa il 60% del corpo adulto e il 75% di quello di un bambino, dati sufficienti per capire che è essenziale per la vita umana. Il corpo perde acqua attraverso l’urina, il sudore e la respirazione, e questo aumenta la perdita quando si esercizio fisico, o se si sono ammalati. A restituire l’importo di liquido, è sufficiente bere acqua a sufficienza e mangiare cibo. Ma se non si recupera, iniziare il processo di disidratazione, in base alla quantità di acqua che si perde, può essere lieve (perdita di 1% al 2%); moderato (2% al 5%); o grave (superiore al 5%).

In caso di grave disidratazione, compaiono anche sintomi come irritazione o confusione, capogiri o sensazione di testa vuota, respirazione veloce, battito cardiaco rapido; svogliatezza, e perdita di coscienza o il delirio, tra gli altri. I bambini piccoli e i neonati hanno pianto senza lacrime, la pelle, la bocca e la lingua sono secche e screpolate; gli occhi infossati; grigiastro della pelle; e anche meno quantità di urina. Va notato, inoltre, che i neonati, i bambini e gli anziani sono più suscettibili di diventare disidratati. Piccolo, perché il loro meccanismo di rilevamento della sete non è sviluppato e anziani, perché subiscono un deterioramento di questa capacità.

Come rimanere ben idratata

bien idratata
Per evitare queste situazioni, una delle raccomandazioni chiave è quello di bere molti liquidi. Gli esperti consigliano, per raggiungere l’equilibrio tra la quantità di liquido che entra ed esce dal corpo, bere due o tre litri di liquidi durante il giorno, con più frequenza, mattina e pomeriggio. Un 20%-25% di questo fluido provengono da alimenti come frutta e verdura e un 75%-80% delle bevande, in particolare l’acqua, ma anche succhi di frutta o tisane. Dovrebbe essere evitato, tuttavia, alcolici e bevande contenenti caffeina. Un modo di ottenere il fabbisogno di acqua è quello di bere spesso, senza aspettare di sentire lo stimolo della sete, perché questo sentimento viene visualizzato quando il corpo ha già perso 1% di liquido. Bevande con sali minerali può facilitare meglio la reidratazione.

Oltre a bere acqua, aumentando il consumo di frutta, verdura e insalate e non aspettare fino a quando sete per bere, è consigliabile, secondo il ‘Decalogo del Idratazione, Sana della Società spagnola di Nutrizione Comunitaria’ (SENC):
• Tenere le bevande a temperatura moderata, perché se sono troppo caldo o il freddo è soliti bere meno.
• Aumentare l’assunzione di liquidi in ambienti caldi e situazioni di stress, e, prima, durante e dopo l’esercizio.
• Particolare attenzione con i bambini e gli anziani, in quanto hanno un maggiore rischio di disidratazione.
• Dieci porzioni di liquidi al giorno è un punto di riferimento per una corretta idratazione (una porzione equivale a circa 200-250 ml).

Oltre a rimanere ben idratata, è bene cercare siti con ombra, fuori dei raggi diretti del sole, in modo da non svolgere attività fisica nelle ore centrali della giornata (il più caldo) e a indossare abiti freschi e leggeri, abbigliamento.